Mai scegliere un frullatore poco potente

0 Comments

Se siamo intenzionati a munirci di un frullatore nuovo e quindi siamo di fronte alla scelta tra i vari modelli che si possono trovare in commercio è bene considerare l’acquisto di un frullatore anche in base alla sua potenza. Sicuramente l’impatto col design avrà la meglio al principio, e andremo a considerare anche l’utilizzo e l’azionamento pratici, la pulsantiera o il tipo di contenitore che presentano questi elettrodomestici, ma non va assolutamente dimenticata la potenza di un frullatore. La potenza del motore e sulle sue caratteristiche peculiari ci consentono di avere la macchina ideale per l’utilizzo che dobbiamo farne. Il motore è il cuore di un frullatore, e per quanto i materiali siano importantissimi senza un cuore adatto saranno comunque inutili. Un buon motore infatti ci consente di avere una macchina che può durare a lungo nel tempo e che non va incontro a surriscaldamenti di alcun tipo specialmente se vogliamo utilizzarla in maniera intensiva. La prima cosa che c’è da sapere in merito al motore di un frullatore è che in commercio possiamo trovare due tipologie di motore essenzialmente. Abbiamo i modelli di frullatore con motore CC e quelli con un motore AC. Non cadete nel tranello dei Watt, perché questo parametro non è quello più importante. Per scegliere il modello con il motore più idoneo infatti bisogna sapere che tipo di utilizzo avete intenzione di farne. I frullatori più commerciali che vengono pensati per un uso domestico e quindi non intensivo solitamente hanno un motore di tipo CC, se invece state cercando dei modelli professionali che possano essere utilizzati anche nelle cucine dei grandi ristoranti dovrete adottare un motore di tipo AC.

In parole povere i frullatori per cucine domestiche sono quindi a corrente continua, e sono dei modelli che necessitano di un utilizzo limitato per evitare di raggiungere il surriscaldamento. Questi motori CC perciò un limite, ossia quello di essere suscettibili all’utilizzo continuativo. Ovviamente in casa non dovremo utilizzare un frullatore per molto tempo, in genere ci basta quindi un modello a corrente continua e non avremo mai alcun problema, ma se siete provetti cuochi e volete il meglio del meglio, allora sarà bene scegliere dei modelli a corrente alternata che non possono andare incontro a nessun tipo di surriscaldamento.

Per conoscere i prezzi e le altre caratteristiche di questi differenti tipi di motore del frullatore vi consiglio di seguire la pagina Sceltafrullatore.it.