Come trovare un buon grammofono ideale per te

0 Comments

Un grammofono, nelle sue varie forme sin dai primi anni ’40, noto anche come giradischi a cilindro o fonografo, è un dispositivo musicale per la produzione e la riproduzione del suono attraverso l’uso delle vibrazioni delle corde tonali attaccate alle ance. I primi modelli di grammofono utilizzavano il legno come struttura interna, mentre altri erano dotati di corpi metallici. I grammofoni delle case produttrici di grammofoni avevano due diverse chiavi di accordo che permettevano di fatto di differenziarli l’uno dall’altro per la quantità di pressione dell’aria necessaria per ottenere l’intonazione desiderata. I primi modelli di grammofono adottavano una grande chiave di accordo a una testa, mentre altri utilizzavano una chiave di accordo a due teste. I grammofoni di quest’ultimo tipo hanno continuato ad evolversi nel corso degli anni con l’aggiunta di varie caratteristiche aggiuntive.

I grammofoni generalmente utilizzano un certo numero di piccoli cilindri su cui sono posizionati gli anelli tonali e questi cilindri sono collegati ad un comune tamburo o asse. Esistono infatti diversi tipi di grammofono che includono modelli a campana, registratore cilindrico, tubolare e a disco. Il grammofono a campana utilizza un vibratore a canna a forma di campana per generare la musica; il suo vantaggio è che ha un’intonazione costante. Il registratore cilindrico è il modello più popolare utilizzato dalla maggior parte delle persone, in cui una serie di cilindri cilindrici ruotano all’unisono per produrre il tono desiderato. I modelli tubolari producono un suono lamentoso o gorgogliante, che alcuni considerano fastidioso. I modelli a disco sono considerati una buona opzione perché hanno una varietà di caratteristiche utili come gli accordatori a velocità variabile, il controllo del tono esterno, il controllo del volume variabile e la gamma di alti variabile.

Il grammofono crea il suo suono attraverso l’azione del suo diaframma e si crea attraverso un sottile equilibrio tra la pressione tonica e la distanza dell’ago dal diaframma del grammofono. Il diaframma è sigillato contro il lato dell’ago ed è sostenuto dalla testa del tamburo. La distanza dell’ago dal diaframma controlla la quantità di variazione tonale e quindi la qualità del suono prodotto. La guarnizione in cera forma una barriera tra il diaframma e l’ago riducendo così qualsiasi rumore indesiderato causato da vuoti d’aria che potrebbero essere presenti nel dispositivo.

Desideri approfondire l’argomento trattato? Consigliamo allora di visitare l’articolo su Grammofoni antichi: migliori prodotti di Dicembre 2020, prezzi, recensioni